Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'wp_pre_kses_block_attributes' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.ceranodue.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288
ALEX CURTI
Innovation Manager per la
Digital Transformation
Scopri di piu'

ALEX CURTI

Innovation Manager per la Digital Transformation

Nella mia carriera da libero professionista (di oltre 25 anni) ho ricoperto ruoli da Product Manager, Project Manager, Business Developer e Temporary Manager collaborando con Piccole e Medie Imprese, grandi realtà e Pubblica Amministrazione.

Oggi accompagno le Aziende nel Percorso di Trasformazione Digitale in qualità di Innovation Manager sia come libero professionista sia, e soprattutto, nello staff Innovation Services dell’Innovation Hub ComoNExTGrazie a questa esperienza da Innovation Manager ho constatato che, dalla seconda metà del 2018, molte Piccole e Medie Imprese si sono avvicinate all’idea che devono intraprendere un Percorso di Trasformazione Digitale che:

Internamente —> Ridisegni i propri processi interni e la propria organizzazione, permetta l’innalzamento dell’e-skill delle persone interne e introduca tecnologie che abilitino l’innovazione;

Esternamente —> Definisca e digitalizzi le relazioni che sostengono un nuovo ecosistema di partner, clienti e fornitori al fine di realizzare un nuovo modello di business con nuovi prodotti e servizi, anche distanti dal core business iniziale.

Il percorso di Trasformazione Digitale, se complesso, deve essere governato da un Innovation Manager, esterno all’organizzazione, che dovrebbe possedere una giusta combinazione di hard skill (Project Manager di progetti importanti e complessi, formazione tecnica e tecnologica orientata al digitale e ai processi, innovativo e curioso nella conoscenza e nell’applicazione delle nuove tecnologie) e soft skill (forte leadership, lavorare in team, saper modellizzare e sviluppare un business, avere una forte inclinazione al Problem Solving e al Pensiero Laterale, avere una spiccata empatia e quindi essere dentro la relazione).

PROVINCIA DI MILANO

Nell’ambito della collaborazione con la Provincia di Milano sono rientrate tutte le attivita’ tecniche tipiche di un Procedimento di Gara:

  • consulenza alla redazione del Progetto (preliminare, definitivo, esecutivo);
  • sviluppo del Capitolato Tecnico e consulenza alla redazione del Capitolato d’Oneri e del Disciplinare;
  • partecipazione quale membro esterno tecnico alla Commissione di Valutazione del Procedimento;
  • supporto tecnico alla Direzione Lavori per l’espletamento dei Servizi banditi.

I Procedimenti di Gara sono andati a comporre la Rete Provinciale a Larga Banga: abbiamo realizzato un’infrastruttura di rete in fibra ottica spenta (2003), posata nei collettori fognari provinciali (all’interno di un cavo autoportante opportunamente realizzato), nelle strade provinciali e acquistata in I.R.U. (2004).
L’infrastruttura è stata accesa con differenti tecnologie (10GBE, C-WDM e G-PON) (2005) ed è stata interconnessa a Internet alla MIX (2006).
La rete è stata completata con tecnologie wireless (Wi-Max, HyperLan, Wi-FI, …) (2005) e integrata con la telefonia fissa – VoIP (2006) e con la telefonia mobile (2006), Avrebbe infine ospitato la Rete Tetra (2007) per i servizi e le Polizie ma, purtroppo, la procedura non e’ stata avviata.

HIGHLIGHTS: integrazione tecnologie differenti e innovative, sostenibilita’ economica del progetto, #pensierolaterale.

BANCA SELLA

Il Gruppo Banca Sella mi ha commissionato il progetto per l’integrazione della Componente Video nei processi di Comunicazione interni/esterni, nel Customer Engagement e nella Formazione. Un progetto di Trasformazione Digitale Che si e’ declinato in tutte le sue fasi di sviluppo: assessment, studio delle esigenze, studio di fattibilita’, progetto definitivo, progetto esecutivo, coordinamento della gara e direzione lavori.
Ho avuto l’opportunita’ di mappare il mercato per le soluzioni di Unified Communication e Group Collaboration, studiando le tecnologie proposte sia da grandi Vendor (Cisco, Polycom, Microsoft, Vidyo) sia da realta’ emergenti.

HIGHLIGHTS: come una tecnologia trasforma l’organizzazione e le persone; #teamworking

CENTRO STUDI LOPPIANO

dal settembre 2007, in tutte le sue fasi di sviluppo (assessment, studio delle esigenze, studio di fattibilita’, progetto definitivo, progetto esecutivo, coordinamento della gara pubblica e direzione lavori), ho eseguito il progetto per la fornitura e messa in opera di un network di Campus capace di “trasportare” le applicazioni multimediali, la voce, il video e i dati.

Dal punto di vista tecnico il progetto ha toccato tutti i layers propri delle TLC:

Infrastruttura di Rete: è stato realizzato il Backbone (GBE su fibre ottiche e wireless HiperLan) sul quale si appoggia lo strato della Rete d’Accesso (GBE su rame, VDSL, Wi-Fi) a coprire tutto il territorio della Cittadella di Loppiano.

È stata realizzata una rete fonia-VoIP composta da 4 IP-pbx che servono complessivamente piu’ di 500 interni di differente natura a seconda dell’infrastruttura di rete presente (telefoni analogici, digitali, DECT, IP, IP wireless), garantendo servizi evoluti di fonia arrivando fino alle basi della Unified Communication (mobile extention, …).

Connettività: e’ stata progettata (e implementata) la connettivita’ dell’infrastruttura verso la Rete Telefonica Generale e verso Internet. Realizzando il collegamento direttamente sul POP dell’Operatore si e’ ottenuta una connettivita’ di elevata qualita’ a costi di esercizio contenutissimi.

Il progetto Connettivita’ ha previsto anche la telefonia mobile, ottenendo un ottimo risultato sia a livello economico (costi di traffico) sia tecnico per i numerosi servizi integrati e convergenti disponibili per la Comunita’.

Il Progetto e’ sostenibile: il risparmio dei costi dei servizi in tre anni ha completamente ripagato la realizzazione dell’infrastruttura di proprieta’.

HIGHLIGHTS: integrazione tecnologie differenti e innovative, sostenibilita’ economica del progetto, #pensierolaterale #Teamworking.

ROTTAPHARM

E’ tra i progetti piu’ rappresentativi per la mia carriera, non solo perche’ tra i primissimi, ma perche’ ha ingaggiato le soft e le hard skills che piu’ mi rappresentano: (soft) teamworking, lavorare per obiettivi, innovazione, sviluppo del business e (hard) reti di telecomunicazione orientate al trasporto del video.

Nel 1996 un’Azienda farmaceutica ha commissionato l’organizzazione di un evento multisite che raggiungesse 2000 medici di base per il lancio di un nuovo farmaco.

Ho progettato una rete che collegasse in larga banda (per allora), con collegamenti dedicati CDN 2MB terrestri e satellitari, 8 alberghi in 8 grandi citta’ nei quali ho predisposto un sistema di videoconferenza collegato a un set televisivo e di large display.

Si e’ potuta cosi’ svolgere una tavola rotonda interattiva diffusa in tutt’Italia.

Per raggiungere questo obiettivo ho coordinato un team di 100 persone circa e 15 differenti aziende fornitrici di servizi audio-video e tlc. Da questo evento, Telecom Italia ha fatto partire un servizio centralizzato per erogare multivideoconferenza.

HIGHLIGHTS: #innovazione #Teamworking.

INDUSTRIA 4.0

Con il ruolo di Innovation Manager dell’Innovation Hub ComoNExT ho l’opportunita’ di integrare le 9 tecnologie abilitanti di Industria 4.0 in progetti innovativi in qualsiasi settore manifatturiero, dal tessile al metalmeccanico, passando per il Food.

Piu’ recentemente l’attenzione si e’ spostata sulle tecnologie digitali di frontiera (Blockchain, Intelligenza Artificiale, Machine Learning, Realta’ Aumentata, …) per digitalizzare i processi e i prodotti.

Queste esperienze mi hanno permesso di diventare Ispettore 4.0 per Bureau Veritas ed essere parte dell’Albo Industria 4.0 dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano.

NEW TECHNOLOGIES

Con il ruolo di Innovation Manager dell’Innovation Hub ComoNExT ho l’opportunita’ di integrare tecnologie di frontiera in progetti innovativi che aggregano competenze non solo digitali ma che arrivano anche dai nuovi materiali (grafene, …), dal biotech, dalla chimica/fisica applicata …, oltre alle 9 tecnologie abilitanti di Industria 4.0.

Pensiero laterale per creare un’idea progettuale che risolva le esigenze del Cliente, Tradotta poi in Studio di Fattibilita’ e validata in un Proof of Concept da un team ad assetto variabile composto da competenze innovative delle 140+ Aziende dell’Innovation Hub ComoNExT.

DURANTE S.p.A.

In qualita’ di Temporary Manager ho collaborato per tre anni (2000) con Durante S.p.A., Solutions Integrator del settore TLC & ICT.

Il primo obiettivo e’ consistito nell’introduzione della tecnologia Videoconferenza nel loro sistema d’offerta: scouting di mercato per individuare il Vendor migliore, definizione dell’agreement e dei listini, creazione del sistema d’offerta, formazione delle persone, nuova impostazione dell’organizzazione interna, integrazione con le Business Unit Voice & Data e riposizionamento sul mercato con nuovi Clienti e Partner.

Il secondo obiettivo e’ consistito nell’applicare la convergenza tecnologica rimodellando i processi aziendali e tutta l’organizzazione (pre-sales, post-sales, admin) per una proposta commerciale unica Video-Voice-Data, ancora attuale.

EXCOGITARE

In qualita’ di Temporary Manager ho collaborato per cinque anni (2007) con Excogitare S.r.l., Digital Communication Agency.

L’obiettivo e’ consistito nell’introduzione della tecnologia Digital Signage nel loro sistema d’offerta: scouting di mercato per individuare il Vendor migliore, definizione dell’agreement e dei listini, creazione del sistema d’offerta, formazione e introduzione di nuove competenze, nuova impostazione dell’organizzazione interna e riposizionamento sul mercato con nuovi Clienti e Partner.

Ho introdotto la videoconferenza nell’organizzazione delle Assemblee annuali del Gruppo Banco Popolare: eventi che hanno coinvolto fino a cinque sedi con migliaia di Soci connessi in maniera interattiva.

ALFA

La mia attivita’ di Business Developer in Alfa S.p.A. (2012) e’ consistita nel creare una nuova piattaforma software dedicata alla gestione digitale dei processi di assistenza tecnica e manutenzione preventiva e programmata.

Ho impostato la partnership con una realta’ software e guidato lo sviluppo della piattaforma integrando la componente video (video-conference, —recording, -streaming).

FVC

La mia attivita’ di Business Developer nella branch italiana di FVC – First Virtual Communications (2004), societa’ della Silicon Valley leader nella Webconference e ideatrice del Click to Meet (primo portale di videoconferenza) e’ consistita nella creazione di opportunita’ presso le grandi realta’ che approcciavano una tecnologia innovativa e disruptive per il periodo.

AREL

La mia attivita’ di Business Developer nella branch italiana di AREL Communications (2006), societa’ israelo-americana leader nella Web e videoconference e’ consistita nella creazione di opportunita’ presso le grandi realta’ che approcciavano una tecnologia innovativa e disruptive per il periodo.

NEXT4THINGS

Nel 2015 ho contribuito all’ideazione e alla costituzione della Rete d’Impresa soggetto NExT4Things, basata all’interno dell’Innovation Hub ComoNExT.

Per due anni ho ricoperto il ruolo di Manager di Rete con l’obiettivo di coordinare le 11 Aziende, interne al Parco Scientifico e Tecnologico, che si sono aggregate in una Rete verticale sulla filiera dell’ Internet of Things (innovativa per l’epoca) con l’obiettivo di sviluppare progetti di Trasformazione Digitale con l’IoT come acceleratore.

#Innovazione e’ stata la parola d’ordine durante tutta la mia permanenza in rete Sia per modello organizzativo sia per modello di business.

Il modello di aggregazione e’ stato quindi ripreso da ComoNExT ed evoluto nel modello NExT (Open) Innovation, all’interno del quale ora ricopro il ruolo di Innovation Manager.

FINMECCANICA

Il progetto di Cisco per FinMeccanica (2010) ha coinvolto 40 nazioni per l’installazione di soluzioni di Telepresence (6 HeadQuarter) e di Videoconference, nonche’ l’infrastruttura di rete a sostegno delle comunicazioni.

Ho svolto il ruolo di Global Project Manager per l’installazione delle sale e dei sistemi di videoconferenza (e la formazione all’utilizzo) e il ruolo di Project Manager per l’infrastruttura di rete e i servizi a valore aggiunto.

Ho avuto l’opportunita’ di coordinare piu’ Cisco Professional Services Consultant e System Integrator per raggiungere un ambizioso obiettivo.

ANSALDO

Il progetto di Cisco per Ansaldo STS (2009) ha coinvolto diverse sedi internazionali per l’installazione di soluzioni di Videoconference e dell’infrastruttura di rete a sostegno delle comunicazioni video.

Ho svolto il ruolo di Global Project Manager per l’installazione dei sistemi di videoconferenza (e la formazione all’utilizzo) e dell’infrastruttura di rete.

Ho avuto l’opportunita’ di coordinare piu’ Cisco Professional Services Consultant e System Integrator per raggiungere un ambizioso obiettivo.

WIND

Il progetto di Cisco per Wind (2011)  ha visto l’installazione dell’infrastruttura di rete a sostegno delle comunicazioni video di endpoint multibrand.

Il progetto e’ stato tecnicamente stimolante per l’integrazione di differenti tecnologie.

TECNOLOGIE

La mia formazione ingegneristica (Reti di Telecomunicazioni) mi ha permesso di navigare, in maniera innovativa, tra Tecnologie differenti governandole (Project Manager) e integrandole (Project Leader) in progetti complessi e introducendole (Temporary Manager) in Azienda in un nuovo sistema d’offerta per un ridisegnato modello di business.

PROGETTI

L’attenzione all’evoluzione tecnologica mi ha permesso di integrare tecnologie innovative in progetti articolati e complessi:

Dalla videoconferenza per la Teledidattica del Politecnico di Milano (1995) all’IoT e il Digital Signage per una casa automobilistica (2012), passando da tecnologie di rete (GPON, C-WDM, Hyperlan, …) per la Provincia di Milano (2005).

Piu’ recentemente ho avuto la fortuna di potermi confrontare con le tecnologie abilitanti Industria 4.0 arrivando fino alla Blockchain, al Machine Learning e all’Intelligenza Artificiale.

INNOVATION

Con il ruolo di Innovation Manager dell’Innovation Hub ComoNExT ho l’opportunita’ di integrare tecnologie digitali di frontiera (Blockchain, Intelligenza Artificiale, Machine Learning, Realta’ Aumentata, …) in progetti innovativi che aggregano competenze non solo digitali ma che arrivano anche dai nuovi materiali (grafene, …), dal biotech, dalla chimica/fisica applicata …, oltre alle 9 tecnologie abilitanti di Industria 4.0.

Pensiero laterale per creare un’idea progettuale che risolva le esigenze del Cliente e Team Working per coordinare il team ad assetto variabile di competenze innovative.

ORGANIZZAZIONE

La Trasformazione Digitale che si deve declinare in maniera omogenea sui tre assi: Tecnologia, Persone e Organizzazione.

Quest’ultima, internamente all’Azienda, e’ rappresentata dai processi ed esternamente, dalle Relazioni con nuove realta’ a formare un nuovo ecosistema per proporre un nuovo modello di business.

TEMPORARY MANAGER

In qualita’ di Temporary Manager ho collaborato con Solutions Integrator del settore TLC & ICT, Durante S.p.A. – Excogitare), che si sono rivolti a me per affrontare un percorso di Trasformazione Digitale che, grazie all’introduzione di una tecnologia (VideoconferenzaDigital SignageTelepresence) nel loro sistema d’offerta, ha portato all’evoluzione dell’organizzazione interna e al riposizionamento sul mercato con nuovi Clienti e Partner.

Il percorso e’ partito da una profonda condivisione della realta’ aziendale (processi, persone, tecnologie) e da un diretto coinvolgimento nella gestione operativa.

Queste esperienze si sono basate sulla mia attitudine a operare In team per il raggiungimento di obiettivi specifici in un tempo definito.

BUSINESS DEVELOPER

Grazie alla conoscenza delle tecnologie innovative e alla visione dell’evoluzione del Mercato, ho cercato di sviluppare il business di Solution Integrator e Vendor, proponendo nuove soluzioni tecnologiche e nuovi modelli di proposta.

RELAZIONE

La Trasformazione Digitale si declina con azioni sui tre assi Persone, Tecnologie e Organizzazione che, esternamente all’azienda, diventa Relazione. Infatti creando un nuovo Modello di Business e ridisegnando l’ecosistema, l’azienda intraprende nuove relazioni con partner, clienti e fornitori per andare a comporre forme societarie innovative quale, per esempio, la Rete d’Impresa.

MANAGER DI RETE

Nel Percorso di Trasformazione Digitale si modificano le relazioni con partner, clienti e fornitori e possono nascere nuove aggregazioni al fine di proporre al mercato un nuovo prodotto/servizio nato dalla condivisione di molteplici competenze. La Rete d’Impresa costituisce una metodologia di aggregazione dinamica, efficace e moderna.

Sono diventato Manager di Rete per due anni della Rete d’Impresa soggetto NExT4Things.

La mia formazione e specializzazione in qualita’ di Manager di Rete si e’ completata grazie a un corso di AssoretiPMI.

Il Manager di Rete e’ una figura fondamentale nella Rete d’Impresa con obiettivi di concretizzare il programma di Rete coordinando i retisti e agendo sul mercato Con competenze anche tecniche.

L’esperienza da Manager di Rete ha visto il successo per la mia attitudine a operare In team per il raggiungimento di obiettivi specifici in un tempo definito e per la mia capacita’ di coordinamento.

PROJECT MANAGER

In qualita’ di (Global) Project Manager ho coordinato (2010) progetti internazionali (Finmeccanica, Ansaldo STS, Wind, …) come Professional Services Consultant di Cisco.

Queste esperienze mi hanno permesso di collaborare e gestire gruppi estesi di professionisti di System Integrator per la finalizzazione di progetti di Telepresence e Videoconference per grandi realta’.

Le mie attivita’ di Project Management si basano sulla mia attitudine a operare In team per il raggiungimento di obiettivi specifici in un tempo definito.

SOFT SKILLS

Lo Sport ha avuto una componente importante nella mia formazione, anche professionale.
Quindi, nel mio curriculum vitae, oltre alle esperienze lavorative (Innovation Manager, Project / Product / Temporary Manager, Business Developer, …), introduco le mie esperienze sportive nella Pallavolo dove ho ricoperto il ruolo di giocatore (serie C2), arbitro e, soprattutto, allenatore (serie D).
Tra tutti gli sport di squadra, la Pallavolo è uno tra quelli più completi e formativi, per:
Raggiungere gli Obiettivi: Nella pallavolo sei tu che devi arrivare a 25 punti nel set e devi vincere almeno 3 set; in altri sport la durata della partita è regolata dal tempo e se una squadra ha già raggiunto un obiettivo soddisfacente, può permettersi di giocare solo in difesa, per evitare di subire punti. Nel volley, il tuo micro-obiettivo è la singola palla: la tua concentrazione è focalizzata sulla singola azione (brevissimo periodo), quindi sul set (fase intermedia, medio periodo), sulla partita (progetto complessivo) e, infine, sul campionato (programmazione lungo periodo).
Lavorare in Gruppo: la pallavolo è lo sport con la palla con più alta densità di atleti per metro quadrato; forzatamente il pallone può essere toccato una volta sola per atleta: da regolamento ti devi affidare al compagno ed entrare in empatia con la tua squadra per il raggiungimento dell’obiettivo (group collaboration by design). Nel volley tutta la squadra deve respirare all’unisono.
Gestire un Gruppo: Nel ruolo di Allenatore mi sono confrontato con la gestione dei talenti (il volley ha un’estrema specializzazione dei ruoli), con l’impostazione dell’organizzazione e dei processi (alla base della pallavolo c’è un gran numero di schemi di gioco di attacco/difesa), considerando l’alta variabilità di applicazione degli stessi e con la velocità nella decisione (un’azione dura mediamente 1,5 secondi e, come giocatore, allenatore e arbitro ti abitui a prendere decisioni in tempi strettissimi) con la certezza che «il costo del non fare nulla è superiore al costo dell’errore» …